coronavirus

Covid-19 - Concetto di protezione

Introduzione

Purtroppo il Coronavirus fa ancora parte delle nostre vite. L’evolversi della situazione è ancora molto incerto e non vogliamo farci cogliere impreparati.
Se vogliamo continuare a vivere nel modo più “normale” possibile e poter praticare i nostri hobby preferiti, dobbiamo adottare misure supplementari e non dimenticare mai la responsabilità individuale.
La nostra attività si svolge in acqua e fortunatamente la disinfezione usuale è già sufficiente per neutralizzare il virus. Non dobbiamo però dimenticare il tragitto che ci porta in piscina, gli spazi che utilizziamo e il materiale.
Purtroppo, l’emergenza ci costringe ad applicare delle restrizioni, imporre regole supplementari, introdurre limitazioni di numero, rotazioni (turni) in acqua e a un gran lavoro di disinfezione delle superfici.
Questo concetto di protezione definisce il modo in cui vogliamo proteggere gli atleti, i coach, i collaboratori e le famiglie, da un'infezione "COVID-19".

Campo di applicazione e durata

  • Questo concetto di protezione si applica agli allenamenti in piscina del martedì sera. Per le trasferte e per le altre attività di gruppo, verranno definiti accorgimenti puntuali, adeguati alla situazione.

  • Tutti i regolamenti, le direttive e le istruzioni esistenti continuano ad essere applicate, se non diversamente specificato in questo concetto.

  • Il concetto è valido dal 01.09.2020.

  • Questo concetto è valido fino al termine del pericolo legato alla pandemia e quindi al ritorno della normalità o finché le norme sanitare o le Autorità richiederanno modifiche o adeguamenti.

  • Il Comitato comunicherà tempestivamente eventuali modifiche e comunicherà la data di abrogazione.

  • Ogni modifica, i dettagli, gli orari dei turni e il materiale necessario, saranno pubblicati regolarmente su WhatsApp e via e-mail.

Misure concrete

Autorità federali, autorità cantonali, federazioni e associazioni sportive hanno definito misure di protezione essenziali per la vita di tutti i giorni e per il prosieguo delle attività sportive e di formazione durante questo delicato periodo di pandemia.
Tenendo conto delle misure d’igiene e di distanziamento sociale a cui siamo ormai abituati e alle misure date dalla Scuola che ci ospita, abbiamo definito le seguenti misure specifiche per i nostri allenamenti.

Chiediamo pertanto alle famiglie di aiutarci nel nostro compito e di rispettare scrupolosamente i seguenti punti:

  • Se l’atleta presenta sintomi di malattia (febbre, sensazione di febbre, mal di gola, tosse, affanno, dolori muscolari o perdita improvvisa dell’olfatto e/o del gusto), informare tempestivamente la responsabile Katya, rimanere a casa, visitate il sito web dell'UFSP (https://ufsp-coronavirus.ch/) e contattare il proprio medico.

  • Se negli ultimi 10 giorni si hanno avuti contatti con persone malate o risultate positive al Covid-19, avvisare Katya e seguire le istruzioni sopra.

  • Gli atleti devono arrivare in piscina con il costume già indossato (come sempre) e devono vestire abiti comodi. Le ciabatte sono obbligatorie, come pure l’accappatoio o un “poncho” che facilita il cambio in un luogo comune.
    Lo shampoo doccia sarà fornito dal gruppo (come gli scorsi anni). Non sarà possibile usare gli asciugacapelli; quindi la berretta è obbligatoria da subito. Portare solo il materiale necessario!

  • Se il trasporto avviene individualmente, ogni famiglia si organizza come meglio crede. Se si trasportano anche atleti di altri nuclei famigliari, durante il viaggio, va indossata la mascherina.

  • Ogni atleta e ogni coach deve avere (nella tasca del giacchetto) la propria mascherina (con scritto il nome visibile) e deve essere indossata per l’entrata nel corridoio e nello spogliatoio e quando la distanza sociale non può essere mantenuta. I coach e i collaboratori dovranno pure avere guanti monouso personali a disposizione. Il materiale per i coach e per i collaboratori sarà messo a disposizione dal gruppo.

  • La puntualità è di primordiale importanza! Sia ad inizio allenamento che al termine (ritiro atleti).

  • Gli atleti devono arrivare in piscina al più presto 10 minuti prima dell’inizio dell’allenamento. I genitori non possono entrare nei corridoi. Un responsabile darà le indicazioni precise.

  • Gli atleti non potranno entrare in piscina dopo l’orario stabilito per il proprio turno!

  • All’entrata (secondo le disposizioni date), effettueremo la disinfezione delle mani (disinfettante messo a disposizione dal gruppo e spruzzato da uno dei coach).

  • Purtroppo non potremo salutarci come sempre e quindi manterremo sempre le distanze richieste evitando abbracci e strette di mano.

  • Al primo incontro, impartiremo agli atleti una piccola lezione informativa sulle norme d’igiene e di comportamento necessarie (SSS).

  • Durante l’allenamento devono essere rispettate le norme igieniche dell'UFSP e i contingenti dati dalla Scuola. I responsabili forniranno le informazioni necessarie.
    Quando non sarà possibile rispettare le distanze sociali, verranno utilizzati adeguati dispositivi di protezione e il contatto sarà limitato all’esecuzione della tecnica.

  • Sarà utilizzato unicamente materiale personale e quello dello ST2000.

  • I gruppi di lavoro saranno definiti e mantenuti per tutto il primo periodo. I gruppi famigliari e/o d’istituto, saranno favoriti nel lavorare assieme.

  • Come sempre effettueremo una doccia prima di entrare in acqua e una a termine allenamento (unicamente in zona piscina). Shampoo messo a disposizione dal gruppo.

  • Al termine del turno d’allenamento, i famigliari aspetteranno gli atleti all’esterno (puntualità). Un responsabile si occuperà del controllo delle uscite.

  • Al termine della seduta d’allenamento, i responsabili, si impegneranno nella disinfezione delle superfici utilizzate, delle maniglie e degli interruttori luci al loro spegnimento.

Conclusioni

Siamo fiduciosi e certi che con un comportamento adeguato e un atteggiamento rispettoso verso tutti, potremo presto tornare alla normalità.
Il Comitato si è attivato in modo esemplare per poter iniziare la nostra attività e permettere ai nostri ragazzi di tornare in vasca.
Questo evidentemente richiederà lavoro supplementare, attenzione accresciuta e qualche costo, ma nulla confrontato al valore delle attività sociali e sportive per i nostri atleti.
L’ottima collaborazione che abbiamo sempre avuto con le famiglie ci conforta e probabilmente questa particolare situazione risulterà un fattore di crescita per tutti noi.

In base all’evoluzione sanitaria e alle disposizioni ufficiali legate al COVID 19, le presenti direttive e il programma del corso possono subire modifiche anche sostanziali.

Ricordiamo che tutte le comunicazioni verranno annunciate via WhatsApp e via e-mail.

Ulteriori informazioni

Domande sull’attuazione, o preoccupazioni riguardanti il presente concetto di protezione, possono essere indirizzate a Maruska (info[at]sharkteam2000.ch o via telefono) che si occuperà di girarle al Comitato e di fornire una tempestiva risposta.